corona-virus-serie-a-danno-670-milioni

Il Corona Virus sta facendo saltare il banco mettendo in ginocchio tutta l'economia mondiale tra cui una delle industrie più floride e importanti, quella del calcio. Il mancato completamento della Serie A porterebbe infatti un danno economico stimato attorno ai 670 milioni di euro.

I MANCATI RICAVI E IL RISCHIO FALLIMENTO

670 milioni sarebbero i minori ricavi per i club di Serie A nel caso in cui il campionato fosse annullato per il protrarsi dell’emergenza sanitaria per il contenimento del Covid-19. L'Intera posta dei diritti TV tra Sky, Dazn, Rai per la coppa Italia e diritti esteri ammonta a 1.3 mld di euro.

Pertanto mancato introito per l’ultimo terzo di stagione sarebbe attorno ai 425 milioni di euro. A questi però vanno aggiunti fino a 90 milioni di mancati incassi tra biglietti e abbonamenti da restituire e una cifra intorno ai 150 milioni di ricavi commerciali svaniti. Il che vorrebbe dire, tranne interventi dall'alto, numeri alla mano, che molte società del nostro massimo campionato rischierebbero il fallimento.

Il calcio è la terza industria del Paese ed ha un indotto che gira intorno davvero importante che genera posti di lavoro ed entrare erariali importantissime sia per quel che riguarda la serie A, sia per tutte le serie secondarie e calcio dilettantistico. Per il calcio lavorano oltre ovviamente i calciatori, idirigenti delle squadre, magazzinieri, tutto quello che sta dietro ad uno stadio, gli steward, venditori di alimenti (interno agli stadi), merchandaising (chi produce e chi vende), fisioterapisti, operatori televisivi, televisioni, trasporti di persone (tifosi agli stadi con bus, treni, aerei, etc), fisoterapisti, produttori e negozi di vendita di prodotti sportivi, etc. Come si può capire questo sistema è vastissimo e se si ferma crea come effetto domino problemi a tutta la filiera diretta ed indiretta.

Di conseguenza, così come tutte le altre attività primarie, il fermo di una "azienda" porta il rallentamento o la chiusura di tutte quelle collegate e le misure che vanno adesso intraprese sono quelle di ridurre al minimo i danni per poi ripartire.

LA BATTAGLIA LEGALE

Come se non bastasse, a piovere sul bagnato, tra la Lega di Serie A e i broadcaster potrebbe nascerebbe una battaglia legale dall’esito non scontato, data l’eccezionalità del momento, con la sospensione sancita da un decreto del governo. Insomma il vaso si è rotto e bisognerà essere molto bravi a rincollare tutti i cocci.

Infatti se il campionato terminasse adesso, Sky e Dazn potrebbero non pagare la prossima rata dei diritti televisivi e creare problematiche notevoli alla Lega e ai Club. Molte squadre infatti hanno già scontato in banca la fattura dei diritti e di conseguenza si vedrebbero scoperte. Alcune squadre di serie A hanno richiesto a Sky (così si è letto nei vari organi di stampa) i pagamenti dei diritti anche di settembre... 

Si aggiunge poi che i clienti di Sky e Dazn potrebbero richiedere i canoni pagati del pacchetto calcio in quanto non hanno usufruito del servizio e di conseguenza si andrebbero ad aprire contenziosi a cascata. E' anche per questo motivo che si dovrebbe trovare una soluzione per finire almeno la stagione 2019/2020.

Date prossimi Corsi

Entra in Scoretrend

COMPARAZIONE BONUS
Betfair Bonus benveuto Betfair
100% RIMBORSO 10€
x 5 SETTIMANE
 
Scopri di più ➥
 
Betflag bonus betflag
800€ SENZA DEPOSITO
 
Scopri di più ➥
 
Eurobet bonus eurobet
30€ Free Spin + 15€ Deposito + 300€
 
Scopri di più ➥
Realizzazione siti e template in Joomla: www.christophermiani.it