Deteneva cartellini di giocatori non suoi: guai per Abramovich

Roman Abramovich, proprietario del Chelsea, controllava quote dei cartellini di alcuni giocatori non tesserati per il suo club attraverso una società anonima off-shore, con sede nelle Isole Vergini Britanniche.

Lo ha rivelato la Bbc, che ha avuto modo di visionare i documenti nell’ambito dell’inchiesta “FinCen files”, leaks di documenti bancari che rivelano numerose attività illecite di riciclaggio di denaro da parte di alcune grandi banche internazionali.

Tra i calciatori c’è anche l’ala peruviana Andre Carrillo, ex Sporting Lisbona, avversario proprio del Chelsea nella fase a gironi della Champions League del 2014.

Negli ultimi anni ci sono state molte inchieste che riguardano il tesseramento di giocatori importanti da parte dei grandi club. Le società sono state accusate di acquistare i giocatori con società estere e pagare parte del cartellino e delle commissioni con società offshore in modo da dichiare meno e di evitare il fair-play finanziario.

Il Mancheter City è sotto inchiesta ed era stato squalificato dalla Fifa dalle competizioni europee per 2 anni, sanzione che però è stata ritirata. Di queste problematiche ne sentiremo molto parlare nei prossimi anni anche se difficilmente succederà qualcosa.

 

Date prossimi Corsi

Entra in Scoretrend

COMPARAZIONE BONUS
Betfair Bonus benveuto Betfair
100% RIMBORSO 10€
x 5 SETTIMANE
 
Scopri di più ➥
 
Betflag bonus betflag
800€ SENZA DEPOSITO
 
Scopri di più ➥
 
Eurobet bonus eurobet
30€ Free Spin + 15€ Deposito + 300€
 
Scopri di più ➥
Realizzazione siti e template in Joomla: www.christophermiani.it